‘Finlombarda si racconta’: per la nuova rubrica su chi siamo, cosa offriamo e come operiamo intervistiamo il nostro Direttore Generale, Giovanni Rallo

Inauguriamo oggi una nuova rubrica in cui racconteremo chi siamo, cosa offriamo e come operiamo. In ogni puntata, intervisteremo le persone di Finlombarda e non solo per raccontare identità, attività e compiti della società finanziaria di Regione Lombardia. Per il primo appuntamento parla il nostro Direttore Generale, Giovanni Rallo, sulle difficoltà delle imprese, sulle opportunità della partnership tra pubblico e privato, sul ruolo di Finlombarda nel presente e nel futuro.

D. L’emergenza Covid-19 fa tremare il tessuto produttivo lombardo. In base alla sua lunga esperienza in banca nella concessione e gestione del credito alle imprese, quali sono gli anticorpi per reagire e la ricetta per ripartire?

R. Le nostre imprese hanno dimostrato di saper resistere ai contraccolpi della crisi economica che è seguita a quella sanitaria del coronavirus. Le circostanze che stiamo vivendo sono tuttavia eccezionali: il rapporto regionale PMI 2020 di Confindustria - Cerved ha confermato il rischio liquidità per una Pmi su tre. Finlombarda ha messo in atto azioni concrete per sostenere le aziende durante la fase dell’emergenza e oggi in quella della ripartenza, mettendo a disposizione oltre 1 miliardo di risorse finanziarie proprie sia per garantire flussi di cassa e liquidità, sia per permettere alle aziende di tornare a investire, il mix necessario per ripartire.

D. Qual è il rapporto di Finlombarda con il sistema finanziario e del credito?

R. Operiamo in compartecipazione con gli intermediari finanziari su alcuni prodotti agevolati in gestione e come co-investitori per strumenti come minibond e prestiti sindacati. La cooperazione tra pubblico-privato è sicuramente un’importante leva per favorire lo sviluppo del territorio.
 
D. Qual è il ruolo di Finlombarda tra presente e futuro?

R. Oggi siamo chiamati a confermare il nostro impegno a rimanere a fianco delle imprese, giocando un ruolo attivo nel mantenere il flusso di credito all’economia come intermediari finanziari e nell’incentivare tale flusso a favore del sistema produttivo in qualità di finanziaria pubblica, sia con prodotti più tradizionali, sia con soluzioni più innovative. A fine luglio abbiamo lanciato l’iniziativa ‘Più Credito alla Lombardia’ che prevede la concessione di finanziamenti per liquidità di piccole e medie imprese e midcap in aggiunta ai prodotti già esistenti quali minibond e basket bond, finanziamenti in pool, prestiti per la ristrutturazione aziendale. Stiamo lavorando a uno strumento di finanziamento del capitale circolante attraverso iniziative di supply chain & inventory finance insieme a operatori economici orientati all’adozione di nuove tecnologie e verso i quali abbiamo lanciato una call di consultazione preliminare raccogliendo numerose proposte interessanti. A breve partirà anche un nuovo prodotto che finanzia la crescita per linee esterne tramite operazioni di M&A. Il nostro obiettivo è ‘fare sempre meglio’, offrendo un ventaglio di opportunità di finanziamento per tutte per tutte le esigenze e adottando un approccio che renda i nostri prodotti più attraenti e competitivi.