Utilizzo degli strumenti finanziari della politica di Coesione per imprese e territorio nell'evento di EAPB, ANFIR, Finlombarda e UNINT. Vietti (Finlombarda): strumenti finanziari conciliano l’esigenza di supporto al territorio con la sostenibilità dei conti pubblici e dei progetti finanziati

Si è tenuto ieri, 1 luglio 2022, alla presenza del Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, del Sottosegretario regionale alla Delegazione di Bruxelles, Marco Alparone, e del Ministro per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, l’evento internazionale organizzato da European Association of Public Banks (EAPB), Associazione nazionale delle finanziarie regionali (ANFIR), Finlombarda e Università degli Studi Internazionali di Roma (UNINT), dedicato al tema “Gli strumenti finanziari della politica di Coesione per rafforzare la ripresa economica e territoriale”.


Il Presidente Fontana ha spiegato che “Regione Lombardia ha individuato le priorità su cui investire e le leve giuridiche e amministrative per tradurle concretamente in atto. Tre gli obiettivi di fondo a cui puntiamo per accompagnare la ripresa e la crescita della competitività del territorio lombardo: la transizione verso un modello di sviluppo e crescita sostenibile; il consolidamento della competitività e attrattività del sistema lombardo; la promozione dell’uguaglianza e equità per i cittadini lombardi".


Il sottosegretario Alparone ha sottolineato come “in questo momento storico, in cui gli investimenti rischiano di sovrapporsi, la necessità di un forte sistema finanziario pubblico a supporto del mondo dell’impresa e dell’innovazione territoriale sarà fondamentale per una reale messa a terra del processo di trasformazione e coesione dei nostri territori”.
Per il nostro Presidente, Michele Vietti, “le finanziarie regionali hanno consentito in questi anni di passare da una logica di fondo perduto, a un nuovo modello di sostegno pubblico, basato su strumenti finanziari in grado di conciliare l’esigenza di supporto al territorio con la sostenibilità dei conti pubblici e dei progetti finanziati
”.


Il Ministro Bonetti si è soffermato soprattutto sull'importanza di giovani e donne nel mondo delle imprese: “Il nostro Paese ripartirà perché ha deciso di investire nel futuro. Il Pnrr decide, per la prima volta, di investire con forza su donne e giovani. Per esempio il 30% dei nuovi occupati deve essere composto da donne e un altro 30% da giovani”.

Ringraziamo i co-organizzatori, i relatori, il moderatore e i partecipanti che hanno aderito all’iniziativa, i nostri colleghi e tutte le persone che hanno reso possibile l’incontro di oggi supportandoci nella sua realizzazione e promozione.

 

data di pubblicazione 2 luglio 2022