MINIBOND

aperto

 

Con l’iniziativa Minibond, Finlombarda sostiene il tessuto produttivo regionale attraverso la sottoscrizione - in compartecipazione con altri investitori istituzionali - di minibond emessi da imprese lombarde per finanziare i propri piani di investimento e il fabbisogno di capitale circolante o per rifinanziare il debito.

 

A chi si rivolge

Imprese, di qualunque dimensione, con la sola eccezione delle micro imprese, in possesso dei seguenti requisiti:

  • hanno sede legale e/o sede operativa in Lombardia;
  • sono costituite, attive e iscritte al registro delle imprese;
  • sono costituite in forma di società di capitali;
  • non sono in stato di insolvenza, fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo non omologato, o nella condizione in cui sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una delle situazioni suddette nei propri riguardi;
  • non sono inadempienti all'obbligo di versamento derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento di cui all’art. 48 bis del D.P.R. n. 602 del 29/09/1973;
  • non sono attive nel gioco d’azzardo e attrezzature correlate (ad es. costruzione, distribuzione e commercializzazione di apparecchiature per scommesse, videopoker, slot-machines, gestione di sale giochi e scommesse, etc) e nella pornografia (sexy shop, editoria di settore, etc.);
  • sono attive in uno dei settori di attività con codice ATECO 2007 con esclusione dei settori L (Attività immobiliari) e K (Attività finanziarie ed assicurative) fatta eccezione del codice K) 64.20.00 (Attività delle società di partecipazione - holding), che è ammesso.

 

Dotazione finanziaria

Il plafond di risorse finanziarie messe a disposizione da Finlombarda per la sottoscrizione dei Minibond ammonta a 120 milioni di euro, alle quali si aggiungono le risorse finanziarie rese disponibili dagli Investitori Istituzionali e/o Investitori Istituzionali Convenzionati. Una quota del plafond pari a 50 milioni di euro è dedicata alle Imprese che adottano comportamenti sostenibili in ambito ambientale, sociale e relativamente al proprio modello di governance, come definito nell’Avviso.

 

Caratteristiche dei minibond

  • Valore complessivo emissione: minimo 1 milione di euro
  • Quota sottoscritta da Finlombarda: fino al 40% del valore complessivo in emissione, adeguato in base all’importo effettivamente raccolto, per un importo complessivo comunque non superiore a 5 milioni di euro
  • Durata: 3-10 anni
  • Modalità di rimborso: bullet o amortizing (con eventuale pre-ammortamento di massimo 36 mesi)
  • Cedola: fino al 7%
  • Garanzie e impegni: potranno essere richieste garanzie reali, incluse, senza limitazioni, ipoteca, usufrutto, pegno, diritto di superficie, servitù su beni di cui l’Impresa è proprietaria e del Fondo Centrale di Garanzia. Potranno essere altresì previste, a favore degli Investitori, clausole usuali per questa forma tecnica di finanziamento (per esempio: pari passu, cambio di controllo, negative pledge, limiti alla cessione dei beni etc.).

 

I termini e le condizioni dell’emissione saranno definiti solo a conclusione della fase di istruttoria economico – finanziaria.

 

Gli Investitori istituzionali convenzionati

Qualora l’Impresa non disponga, al momento della presentazione della richiesta di sottoscrizione, dell’impegno alla sottoscrizione o dell’avvenuta sottoscrizione di almeno il 60% del valore complessivo del prestito obbligazionario da parte di un investitore istituzionale, può indicare nella richiesta di sottoscrizione uno o più investitori istituzionali convenzionati.

 

Come richiedere la sottoscrizione di Finlombarda

La richiesta di sottoscrizione va inoltrata a Finlombarda all’indirizzo Pec: minibond@pec.finlombarda.it, indicando nell’oggetto: “Richiesta di sottoscrizione’ seguita dalla denominazione dell’impresa".
Non è previsto un termine ultimo per l’invio delle richieste di sottoscrizione. Finlombarda effettuerà un monitoraggio delle richieste e sulla base degli importi, all’esaurimento del plafond si procederà alla chiusura dello sportello con apposita comunicazione.

 

Contatti

Per richieste di informazioni e quesiti tecnici è possibile scrivere a: minibond@finlombarda.it

 

INVESTITORI ISTITUZIONALI

Come convenzionarsi

Gli investitori istituzionali in possesso dei requisiti possono aderire all’iniziativa sottoscrivendo la convenzione con Finlombarda.

La convenzione dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante dell’investitore istituzionale o altro soggetto munito dei necessari poteri. La sottoscrizione può avvenire con firma autografa o con firma digitale.

La convenzione, unitamente alla documentazione allegata alla stessa (copia del documento di identità del firmatario in corso di validità in caso di sottoscrizione con firma autografa e copia del documento comprovante l’attribuzione dei poteri del soggetto sottoscrittore se diverso dal legale rappresentante), dovrà essere trasmessa, all’attenzione del responsabile del procedimento di cui all’art. 4 dell’avviso agli investitori istituzionali, mediante una delle seguenti modalità:

  • tramite posta raccomandata a.r. o corriere espresso o consegna a mano all’indirizzo Finlombarda S.p.A., Via T. Taramelli 12 – 20124 Milano (in caso di sottoscrizione con firma autografa);
  • tramite PEC all’indirizzo finlombarda@pec.regione.lombardia.it (in caso di sottoscrizione con firma digitale).

Nella busta o nell’oggetto della PEC dovrà essere riportata la dicitura “Minibond – Convenzione investitori istituzionali”.

 

Normativa

Visualizzati 2 record.
Documenti per le imprese

Visualizzati 12 record.
Documenti per gli investitori istituzionali

Visualizzati 6 record.