Le parole utili della finanza agevolata: oggi parliamo di come sono selezionate le richieste di finanziamento

 

Per la rubrica le parole utili del glossario della finanza agevolata oggi approfondiamo come sono selezionate le richieste di finanziamento in base al procedimento previsto nei bandi e avvisi pubblici che riguardano iniziative di finanza agevolata

I procedimenti di selezione previsti dai bandi e avvisi pubblici riguardanti le iniziative di finanza agevolata possono essere:

  • procedimento a sportello: quando le Pubbliche Amministrazioni (o i soggetti da queste incaricati) svolgono l’attività istruttoria delle domande di ammissione secondo l'ordine cronologico di presentazione nell’arco temporale di apertura dell’iniziativa e fino a esaurimento delle risorse finanziarie disponibili
  • procedimento a graduatoria: quando le Pubbliche Amministrazioni (o i soggetti da queste incaricati) svolgono l’attività istruttoria delle domande di ammissione sulla base di criteri di valutazione definiti ex ante per la formazione di una graduatoria e in un intervallo temporale definito e limitato
  • procedimento automatico: quando le Pubbliche Amministrazioni (o i soggetti da queste incaricati) accertano solo la completezza e regolarità della documentazione allegata alla domanda di accesso per procedere alla concessione dell’agevolazione


L’esempio di oggi è il bando ‘Reattivi contro il Covid’, l’iniziativa che finanzia con un contributo a fondo perduto gli investimenti nell'ampliamento o riconversione della produzione di dispositivi medici e di protezione individuale da parte delle Pmi lombarde. Il bando prevede un procedimento di selezione valutativo ‘a sportello’ a rendicontazione che segue l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta di finanziamento su Bandi online di Regione lombardia.
 

Per saperne di più sul bando ‘Reattivi contro il Covid’, clicca qui