Linea d’intervento Controgaranzie 3


Regione Lombardia ha deliberato di ammettere alla Linea in intervento Controgaranzie 3 le operazioni finanziarie erogate o attivate a partire dal 1 maggio 2020 come da DGR n. 3053 del 15 aprile 2020

 

Con l’obiettivo di sostenere le imprese nell’accesso al credito nell’ambito dell'attuale emergenza epidemiologica da Covid-19 e di dare continuità al percorso di valorizzazione del sistema delle garanzie, Regione Lombardia con DGR n. 3053 del 15 aprile 2020 ha attivato la Linea Controgaranzie 3 con una dotazione finanziaria di 7,5 milioni di euro e alcune importanti novità, che rendono la misura complementare alle recenti previsioni di intervento del Fondo Centrale di Garanzia.
 

Linea Controgaranzie 3 si rivolge sia ai Confidi già convenzionati con Linea Controgaranzie 2, che possono già operare sulla nuova linea, sia ai nuovi Confidi che vi accedono secondo le modalità indicate nell’Avviso ai Confidi. Alla nuova Linea di intervento sono ammesse le operazioni finanziarie erogate o attivate a partire dal 1 maggio 2020 in continuità con la precedente linea di intervento Linea Controgaranzie 2, per la quale sono ammesse le operazioni finanziarie erogate o attivate fino al 30 aprile 2020.
 

Che cos’è


La Linea d’intervento Controgaranzie 3 facilita l’accesso al credito delle PMI e dei liberi professionisti operanti in Lombardia, creando nuovo credito e diminuendo i costi delle garanzie, grazie alla controgaranzia gratuita rilasciata direttamente ai Confidi.



A chi si rivolge


Possono presentare domanda di partecipazione i nuovi Consorzi di Garanzia Collettiva Fidi (Confidi) iscritti nell’elenco di cui all’art. 112 TUB come modificato dal D.Lgs. 13 agosto 2010, n. 141 oppure all’albo unico di cui all’art. 106 TUB, che saranno ammessi sulla base dell’Avviso ai Confidi, scaricabile qui.
Possono già partecipare alla nuova Linea di intervento Controgaranzie 3 i Confidi già convenzionati alla Linea di intervento Controgaranzie 2.

 


Soggetti beneficiari

 

Possono beneficiare della controgaranzia rilasciata dalla Linea di intervento Controgaranzie 3, a fronte delle garanzie rilasciate nel loro interesse dai Confidi, le Pmi (comprese le Società Tra Professionisti (STP) o Società Multidisciplinari (SM) e i liberi professionisti con sede operativa in Lombardia.
 


Dotazione Finanziaria


La Linea Controgaranzie 3 ha una dotazione finanziaria iniziale di 7,5 milioni di euro a valere su risorse del Por Fesr 2014-2020 di Regione Lombardia. Le risorse finanziarie potranno essere integrate da Regione Lombardia con apposito provvedimento e andranno a incrementare il plafond garantibile dei Confidi ammessi ad operare sull’Avviso in maniera proporzionale.



Caratteristiche dell’agevolazione
 

L’agevolazione consiste in una controgaranzia (sotto forma tecnica di riassicurazione), rilasciata a titolo gratuito, su portafogli di garanzie concesse dai Confidi a Pmi e liberi professionisti con sede operativa in Lombardia.

La controgaranzia rilasciata opera nei limiti della prima perdita prefissata (CAP) pari all’8% sull’importo complessivo di controgaranzie rilasciate a ciascun Confidi (Plafond garantito), nei limiti dell’importo massimo di controgaranzie assegnato (Plafond garantito). La controgaranzia è rilasciata gratuitamente al Confidi che dovrà trasferire il beneficio dei destinatari ultimi (Pmi e professionisti).


La controgaranzia è concessa nella misura massima dell’80% dell’importo garantito dal Confidi (valore della garanzia) per le controgaranzie concesse nell’ambito del ‘regime de minimis’ o del 90% dell’importo garantito dal Confidi (valore della garanzia) per le controgaranzie nell’ambito del Quadro Temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza da Covid-19.

In ogni caso, la controgaranzia rilasciata per una singola operazione finanziaria non può superare l’importo 800mila euro indipendentemente dal valore della garanzia rilasciata dal Confidi.

La controgaranzia ha la medesima durata della garanzia alla quale si riferisce, fatto salvo il limite massimo di 84 mesi. La controgaranzia regionale è rilasciata a costo zero, mentre la garanzia sulle operazioni finanziarie è rilasciata dal Confidi convenzionato con commissioni e prezzi scontati.


Le controgaranzie saranno concesse nei limiti previsti dal Regolamento (UE) n. 1407/2013 sugli aiuti de minimis relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del TFUE oppure nell’ambito del Quadro Temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza da Covid-19 nei limiti e per la durata del nuovo regime di aiuto.



Caratteristiche delle operazioni finanziarie garantite dai Confidi e controgarantite da Regione Lombardia


Le operazioni finanziarie garantite dai Confidi, a fronte delle quali è possibile richiedere la controgaranzia regionale, devono avere i seguenti requisiti:


1.    rientrare in una delle seguenti tipologie:

  • cassa: apertura di credito in conto corrente;
  • smobilizzo: linea di credito rotativa per anticipazioni finanziarie su portafoglio commerciale;
  • liquidità: finanziamenti amortizing sul circolante;
  • investimento: finanziamenti amortizing per investimenti (con esclusione delle operazioni di leasing finanziario)

2.    rispondere a una delle finalità previste dai regolamenti comunitari per la gestione dei fondi strutturali e di investimento europei:

  • creazione nuove imprese
  • capitale per costituzione e avviamento
  • capitale per espansione
  • capitale per rafforzamento delle attività generali dell’impresa
  • realizzazione nuovi progetti
  • penetrazione nuovi mercati
  • sviluppo di nuovi brevetti o nuovi prodotti
  • capitale circolante non legato a progetti di investimento

3.    essere erogate o attivate (in caso di linee di cassa e smobilizzo) in un periodo compreso tra l’inizio (01/05/2020) e il termine del Periodo di riferimento (31/03/2023, salvo proroga) e nell’arco dei tre mesi solari antecedenti rispetto alla richiesta di inserimento nel Portafoglio garanzie. In deroga a tale principio, esclusivamente per il primo flusso informativo delle operazioni garantite da parte dei Confidi, saranno ammesse operazioni erogate o attivate (in caso di linee di cassa e smobilizzo) a partire dal 01/05/2020 e comunque fino al mese solare antecedente a quello di invio;
4.    non essere concessa a valere, anche solo in parte, su risorse regionali e/o di Finlombarda Spa.

 

Modalità di accesso


La domanda di partecipazione all’Avviso da parte dei nuovi Confidi richiedenti deve essere presentata esclusivamente online su Bandi Online a partire dal 27 aprile fino al 6 maggio 2020.

 

Per i Confidi già selezionati ad operare con Decreto n. 10852 del 2019, è richiesta la trasmissione via PEC a sviluppo_economico@pec.regione.lombardia.it e a finlombarda@pec.regione.lombardia.it della documentazione indicata al comma 8 dell’art. C.1.1 dell'Avviso (documento "06. Prospetto per Confidi selezionati con Decreto 10852 del 2019" nell'elenco della documentazione indicata nel Box "Normativa e documenti per la partecipazione dei Confidi ")


 
Per informazioni


Per richiedere informazioni sull’Avviso e porre quesiti tecnici, è possibile scrivere a controgaranzie@finlombarda.it

Per assistenza tecnica sull'utilizzo del servizio online della piattaforma Bandi online scrivere a: bandi@regione.lombardia.it o contattare il numero verde 800.131.151 attivo dal lunedì al sabato escluso festivi dalle ore 8:00 alle ore 20:00.

Normativa e documenti per la partecipazione dei Confidi

Visualizzati 8 record.
Documenti da utilizzare per la costruzione del portafoglio

Visualizzati 7 record.
Tracciati flussi informativi

Visualizzati 1 record.