BANDO PER LE OPERAZIONI DI CREDITO DI FUNZIONAMENTO

 

DGR n.1258/2014,DGR n.874/2013, DGR n. 2141/2011, DDUO n. 9269/2011, DGR n. 3611/2012, DDUO n. 6557/2012 e DGR n. 4721 del 23/01/2013  ai sensi della DGR n. 62 del 26/05/2010

 

 

Cos’è


Il bando è un’iniziativa che intende sostenere il fabbisogno finanziario delle imprese agricole.


Dotazione Finanziaria


Il progetto ha una dotazione pari a 3,5 milioni di euro.
 

Delle risorse del Fondo rese disponibili dal presente bando l’importo di 300.000,00 Euro è riservato a garantire la priorità di accesso all’aiuto alle imprese agricole colpite dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

 

A chi si rivolge


P.M.I. che:
• che abbiano sede operativa nel territorio lombardo;
• che siano iscritte al registro delle imprese della C.C.I.A.A. alla sezione speciale “impresa agricola” o alla sezione “coltivatore diretto”.
P.M.I. colpite dal sisma che:
• siano operanti nei territori dei Comuni danneggiati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 (allegato 1 al d.d.u.o del 23/07/2012 n 6557);
• abbiano presentato regolare segnalazione di danni alle strutture produttive con le modalità previste dalla normativa vigente al Settore Agricoltura, Attività Produttive, Caccia e Pesca dell’Amministrazione Provinciale di Mantova.

 

Cosa finanzia


Le imprese agricole potranno destinare l’agevolazione ricevuta al sostegno del fabbisogno finanziario dell’impresa agricola stessa. L’impresa dunque potrà destinare il contributo ai bisogni di funzionamento che attengano allo svolgimento dell’attività caratteristica dell’impresa.


Condizioni dei finanziamenti


Il Contributo è determinato sull’importo del finanziamento ammesso all’agevolazione, quale quota parte degli interessi posti a carico del Fondo.
Per la quota del finanziamento ammessa al Contributo, il Contributo stesso è pari a 200 bps per anno e comunque non superiore al tasso applicato.
La determinazione del Contributo avviene sulla base di un piano di ammortamento a rate costanti di capitale con periodicità semestrale calcolato al tasso di riferimento europeo.

La misura del tasso di riferimento, in conformità con le disposizioni dell'Unione Europea, è resa pubblica sul seguente sito internet:
http://ec.europa.eu/comm/competition/state_aid/legislation/reference_rates.html

Qualunque sia la maggior durata dei corrispondenti contratti di finanziamento, il Contributo in conto interessi è riconosciuto per una durata massima, comprensiva dell’eventuale periodo di preammortamento, di 60 mesi.

Nell'ipotesi in cui la durata dei contratti di finanziamento risulti superiore a quella massima ammissibile, il Contributo medesimo viene determinato sulla base di piani di ammortamento sviluppati (rate costanti di capitale con periodicità semestrale) per le durate massime consentite; in tale ipotesi, la parte residua dell'ammortamento non assistita dal Contributo resta regolata a tasso contrattuale.

Il Contributo concesso alle imprese agricole non deve superare, in termini di Equivalente Sovvenzione Lorda (ESL) il limite previsto dal regime comunitario “de minimis” nel settore agricolo di cui al Regolamento (UE) n 1408/2013 della Commissione pari a 15.000,00 euro nell’arco di tre esercizi finanziari.

Finlombarda provvede alle opportune verifiche del rispetto delle condizioni previste dal Regolamento (UE) n 1408/2013 e dei limiti “de minimis” utilizzando anche il Sistema Informativo Agricolo Regione Lombardia (SIARL), in particolare per quanto attiene l’erogazione anticipata del premio unico PAC.

Il Contributo è erogato in unica soluzione al beneficiario, attualizzato al tasso di riferimento europeo vigente alla data di attualizzazione stessa, di massima entro 60 giorni dal provvedimento di concessione per il tramite dell’istituto di credito che provvede al relativo accredito con valuta pari a quella applicata da Finlombarda sempre che:
• abbia riscontrato la regolare esecuzione del piano di rimborso del finanziamento;
• non abbia comunicazioni rese a termini di contratto dal beneficiario circa eventuali cessazioni dell’attività, avvio di procedure giudiziali, concorsuali, messa in liquidazione anche volontaria e/o della distrazione del finanziamento .

In caso contrario, l’istituto di credito è autorizzato ad interrompere l’accredito del Contributo e provvedere alla restituzione dello stesso a Finlombarda con valuta pari a quella dell’accredito effettuato da Finlombarda stessa; nel caso l’istituto di credito provveda alla restituzione con valuta corrente, il Contributo deve essere restituito per un importo maggiorato degli interessi, calcolati al tasso di riferimento europeo vigente alla medesima valuta di erogazione, per il periodo intercorrente tra la data di corresponsione e quella di restituzione.


Come presentare la domanda

L’impresa presenta la richiesta di agevolazione presso uno degli Istituti di credito convenzionati con Finlombarda S.p.A.
L’istituto di Credito abilitato, perfezionata l’operazione di finanziamento, invia specifica richiesta di ammissione all’agevolazione a Finlombarda S.p.A. entro un mese dall’erogazione del finanziamento. Finlombarda S.p.A. comunica al beneficiario per il tramite degli Istituti di credito, numero e data di protocollo assegnato alla richiesta di contributo, verifica l’ammissibilità della richiesta e provvede a determinare l’ammontare dell’importo concedibile a titolo di contributo, formulando alla Direzione Generale Agricoltura specifica proposta per l’assunzione del provvedimento di concessione.
A seguito del provvedimento di concessione Finlombarda S.p.A. comunica l’esito della richiesta al soggetto beneficiario, per il tramite dell’Istituto di credito, provvedendo ad erogare l’importo concesso a titolo di contributo

Le domande possono essere presentate sino ad esaurimento delle risorse finanziarie. Le imprese agricole lombarde possono presentare la domanda di agevolazione direttamente agli sportelli degli istituti di credito convenzionati con Finlombarda S.p.a.

 


Per informazioni

Finlombarda S.p.A
Tel.02/607441
Fax 02/60744425
E-mail:
infoagricoltura@finlombarda.it

Oppure cliccando qui

 



 

 


Visualizzati 11 record.
Visualizzati 11 record.
In breve

TEMA

Finanziamenti finalizzati a sostenere il fabbisogno finanziario, che l’impresa agricola potrà destinare ai bisogni di funzionamento che attengano allo svolgimento dell’attività caratteristica dell’impresa

DOTAZIONE FINANZIARIA

3,5 milioni di euro

DURATA PROGETTO

A sportello

CONTATTI

infoagricoltura@finlombarda.it